Acquistare un quaderno o un block notes: come sceglierlo e utilizzi

Acquistare un quaderno o un block notes diventa molto importante, soprattutto se si tratta di uno strumento di utilizzo quotidiano, per la scuola o il lavoro. Dai modelli più funzionali alle copertine più originali, scopri i diversi  formati più adatti da mostrare con stile a colleghi e compagni. Compiti e appunti infatti richiedono una cura particolare, l’importante è scegliere il modello giusto. Ecco allora una guida rapida e semplice per trovare facilmente il quaderno più adatto.

Come acquistare un quaderno o un block notes

Tra i vari accessori da avere sempre a portata di mano a casa, a scuola e in ufficio, i quaderni e i block notes sono sicuramente il prodotto più indispensabile per annotare appunti, note e compiti. Certo, la scelta del quaderno o del block notes giusto non è semplice, infatti quando si parla di questi la scelta a cui ci si sottopone è vasta. Si tratta infatti di un elemento che ci deve accompagnare con semplicità quotidianamente, perciò è importante che si adatti alle nostre esigenze. Colori, grammature, righe e spessori diversi: tutto determina un particolare utilizzo. Scopriamo di più!

Guida all’acquisto

Il primo quaderno e blocco note furono inventati in Massachusetts intorno al 1888 con lo scopo di raccogliere in un unico accessorio vari generi di carta declassati scartati dalle fabbriche, per venderli come blocchi su cui scrivere. Dopo una serie di opportune modifiche si è giunti al primo quaderno come lo conosciamo oggi.

Blocchi e quaderni hanno diverse destinazioni d’uso: gli artisti utilizzano i formati di grandi dimensioni e senza righe, per lasciare spazio alla propria fantasia. Chi di mestiere scrive, preferisce piccoli notebook portatili su cui appuntare ciò che li circonda e annotare pensieri. Scienziati e ricercatori usano quaderni a quadretti per segnare calcoli ed esperimenti. Spesso si usano anche i blocchi di carta millimetrata per tracciare i dati.

Come scegliere i quaderni

I quaderni sono sicuramente il prodotto più indispensabile da avere sempre a portata di mano. Sia che si tratti di lavoro che scuola, la scelta del quaderno giusto non è sempre facile, perché l’offerta è molta e si rischia di scegliere un prodotto non adeguato alle proprie esigenze. Di seguito riportiamo alcune regoli fondamentali da non perdere in modo da individuare facilmente il quaderno più adatto alle proprie necessità.

Tipologie di quaderni

Bisogna poi scegliere le dimensioni dei quaderni. Ne esistono di piccoli formati, il cui più comune è A5 (15×21 cm) e quaderni grandi, come l’A4 (21×29,7 cm). Sono infatti il doppio di quelli piccoli e perfetti per scrivere tante informazioni. Se invece si predilige un modello più compatto, da portare ovunque, meglio A5.

Tipi di righe

Una delle caratteristiche più importanti nella scelta dipende dal tipo di rigatura del foglio.

Le tipologie sono le seguenti:

  • Quaderno Righe  per i primi anni di scuola, con margine o senza
  • Quaderno Righe grandi, con margine o senza
  • Quaderno a Quadri grandi, con margine o senza 
  • Quaderno Quadri piccoli, con margine o senza

La scelta dipende quindi non solo dalle necessità ma anche dall’utilizzo, soprattutto a scuola e dalla classe frequentata. Ogni classe ha bisogno di quaderni con la giusta altezza delle righe a seconda dell’età e quadretti diversi. I bambini delle prime classi, usano righe Formato A di spaziatura diversa con margini. Allo stesso modo, i quaderni con i quadretti alti un centimetro, da 10 mm, vengono utilizzati per queste classi. Si passa poi a quadretti da 5 millimetri e quaderni a righe di Formato B, con margini. Per le ultime classi, i quaderni a righe sono Formato C, di distanza regolare, e per i quaderni a quadretti rimangono i 5 millimetri.

Se sei alla ricerca del quaderno o del block notes giusto, scopri la nostra selezione!